09.01.2020

Cari Confrati,

un nuovo anno è appena iniziato con la speranza che sia migliore del precedente ma non nel senso “di avere di più” ma di custodire nel cuore ciò che già abbiamo e di offrirlo a Dio Padre.

Abituiamoci allora anche tra noi a parlare con il cuore avendo al suo centro il Padre e prendendo ad esempio la Madonna.

Quindi in quest’ottica ogni cosa è preziosa dalla più grande ed importante a quella che noi pensiamo essere la più piccola ed insignificante.

Il nuovo anno, al di là di quanto detto, ci vede tutti impegnati a dare il nostro contributo attivo e non solo di partecipazione passiva a due momenti particolarmente significativi: l’anno del Giubileo Sacerdotale del Nostro Arcivescovo ed il III Cammino Regionale delle Confraternite a Nicolosi il 19-20 settembre.

Questi due momenti ci offrono un’occasione da non perdere sia sul piano personale che più in generale per i sodalizi che noi rappresentiamo.

Dobbiamo perciò preparaci al meglio per dare di noi Confraternite “l’immagine odierna”, con le sue luci ma anche inevitabilmente con le sue ombre, di un popolo alla ricerca sul piano personale dell’autentica identità di cristiani e conseguentemente di una “immagine rinnovata” possibilmente unitaria -pur nella molteplicità- che rappresenti il volto ed il ruolo che le Confraternite della nostra diocesi vogliono darsi nel prossimo futuro.

Una prima occasione per fare ciò, è data dall’assemblea straordinaria convocata per il 24 gennaio in orario pomeridiano con l’odg che vi sarà prossimamente fornito, in preparazione alla nostra partecipazione ad alcuni momenti delle celebrazioni in onore di S. Agata Patrona della nostra diocesi (1-3-5 febbraio).

In quest’occasione potremmo elaborare e presentare un primo documento condiviso e preparato in assemblea in cui offriamo il nostro impegno e buona volontà, sull’esempio di quanto fatto da Agata, a testimoniare con opere tangibili gli insegnamenti che ci vengono dal Vangelo.

A tal fine l’invito che rivolgo a ciascuno è quello di discutere preventivamente all’interno delle proprie realtà con l’aiuto degli assistenti, al fine di preparare degli spunti di riflessione per l’assemblea del 24 prossimo.

 

In attesa di inviare la convocazione ufficiale con il luogo d’incontro e l’odg invio a tutti un affettuoso abbraccio e l’augurio di potere raggiungere, in questo nuovo anno, gli obbiettivi che ciascuno di noi e tutti insieme ci siamo posti.

Francesco