10.02.2020

Cari Confrati,

un mese del nuovo anno è trascorso ricco di momenti intensi per molte Confraternite della nostra Diocesi, ricordo quelle di Viagrande, Pedara, Nicolosi, Bronte e Catania che hanno visto la ricorrenza dei loro Santi Patroni o Titolari, infine culminati nella Festa della Santa Patrona della nostra Diocesi, Agata.  Un buon numero ha anche preso parte ai momenti dell’1 e dell’offerta della cera del giorno 3 di febbraio.

Agata, “unisce e riunisce” a tutte le latitudini e longitudini come si sarebbe detto sino a qualche tempo fà, oggi invece diciamo “globalizza”.

  E questo ci riempie “diciamolo pure” di sano orgoglio per essere Suoi concittadini.

  Noi che abbiamo la fortuna di calpestare quel suolo dove Agata visse e fù martirizzata in nome esclusivo della Sua Fede, dobbiamo portare nel nostro cuore ma

ancor di più, oserei dire, nella nostra mente quella “Verità” che la sostenne anche nei momenti estremi della Sua giovanissima vita terrena.

  Questo è un invito che faccio primariamente a me che troppo spesso invece vacillo e stento, da Suo concittadino, a mostrarmi in pieno degno del Suo esempio.

  Tornando alle nostre realtà, proprio in questo spirito di abbraccio e condivisione di valori, quest’anno abbiamo avuto in occasione del Pontificale del giorno 5 ospiti del nostro Arcivescovo i rappresentanti, regionali e nazionali della “Confederazione”, nonché dalla Spagna unitamente anche ad alcuni confrati della Diocesi.

  Con loro e insieme a tante altre realtà transnazionali ci rivedremo a Lugano nei giorni 14-15-16 di febbraio in occasione del “Forum Paneuropeo delle Confraternite”

preceduto da un Convegno Internazionale sulla figura di San Carlo Borromeo grande promotore delle Confraternite.

  Il prossimo nostro incontro per ritrovarci fraternamente e spiritualmente sarà domenica 22 marzo a Paternò nella Chiesa Madre di S. Maria dell’Alto.

  Quello che possiamo chiamare un vero e proprio “Ritiro” si svilupperà nell’arco dell’intera giornata dalle 9.30 alle 16.30 e successiva Celebrazione Eucaristica.

  L’auspicio è quello in concreto di vivere in prima persona ed attivamente tutti i momenti della giornata senza pensare che altri possano rappresentarci!!!

  Il ritiro costituisce un po’ un’anteprima agli Esercizi Spirituali in preparazione alla Santa Pasqua ed un inizio del “Cammino di vita Confraternale” che avrà come prossimo punto di arrivo Nicolosi nei giorni 18-19-20 settembre per il III° nostro incontro Regionale di Sicilia.

 

Fraternamente

 

Francesco