ART. 1-Assemblea Generale
 

L’Assemblea è costituita dai Responsabili delle Confraternite confederate in modo che ogni Confraternita esprima un voto.
     Il Responsabile ,in caso di impossibilità sua a partecipare ,può delegare un confratello  di sua o altra Confraternita. Il delegato non può rappresentare altre Confraternite.
     Il Responsabile esprime tanti voti quante sono le deleghe scritte in Suo possesso: le deleghe , che non possono essere superiori a tre, vanno presentate al Presidente prima dell’Assemblea.
     La Confraternita non in regola con le quote annue (di cui al successivo art. 4 ) non ha diritto di voto.
     Le delibere sono prese a maggioranza assoluta dagli aventi diritto al voto.
     L’Assemblea è convocata dal Presidente mediante raccomandata A.R. o recapitata a mano, da inviare presso le sedi dei singoli Enti ,almeno 15 giorni prima della riunione; l’invito dovrà contenere l’ordine del giorno da trattare, la data, l’ora ed il luogo della convocazione.  

 
ART. 2- Consiglio Direttivo e Presidente
 
Il Consiglio è formato  da sette Componenti .
Il  Componente appartenente ad una Confraternita non in regola con le quote annue (di cui al successivo art. 4 ) non ha diritto di voto.
       Le riunioni sono valide con la presenza di almeno quattro Componenti aventi diritto di voto.
       Le delibere sono prese a maggioranza assoluta dei presenti aventi diritto di voto.
       A parità di voti prevale quello del Presidente.
       Il Consigliere assente per numero tre riunioni consecutive ,senza giustificato motivo è dichiarato decaduto .
       Il Consiglio nel costituire Commissioni a tema può avvalersi della collaborazione di persone di fiducia competenti. Tali Commissioni sono presiedute da un Consigliere Coordinatore .
(inserito nel cons. del 1.10.2009)Il Consiglio può nominare uno o più componenti , in rappresentanza dei vicariati, che presenziano alle attività di Consiglio con potere consultivo.
       Il Consiglio, sentito il Delegato Arcivescovile, può convocare le Confraternite di uno o più Comuni della Diocesi per deliberare su argomenti di esclusiva pertinenza delle stesse.
       Il Presidente ed il Consiglio restano in carica tre anni e comunque fino all’insediamento del Nuovo Consiglio.
       Il Consiglio è convocato dal Presidente mediante raccomandata A.R. o recapitata a mano, da inviare presso le sedi delle singole Confraternite ,almeno 7 giorni prima della riunione; l’invito dovrà contenere l’ordine del giorno da trattare, la data, l’ora ed il luogo della convocazione.  


ART. 3- La Segreteria
      
La Segreteria è coordinata dal Segretario nominato dal Presidente .
Il Segretario può avvalersi della collaborazione di altri addetti indicati dai Responsabili delle Confraternite.
Il Segretario deve tenere i seguenti documenti:
 -libro dei soci, libro dei verbali di Assemblea Generale , libro dei verbali di Consiglio Direttivo, registro di Cassa, registro          
  inventario, registro Protocollo .
Il Segretario redige i verbali e registra le presenze degli intervenuti alle riunioni di Assemblea e di  Consiglio, invia le comunicazioni ed gli inviti disposte dal Presidente


ART. 4- Risorse Economiche

Ogni Confraternita versa una quota annua pari ad una percentuale  delle proprie entrate da contributi associativi.
Tale percentuale sarà annualmente deliberata dall’Assemblea Generale e non potrà comunque essere inferiore all’importo  fissato nella stessa delibera ; la quota dovrà essere versata alla Confederazione ed inserita nel Bilancio Consuntivo della Confraternita.


ART. 5 – Norme Comuni e Transitorie
  
Il responsabile di Confraternita ha l’obbligo di comunicare tempestivamente alla segreteria della Confederazione ogni variazione dei dati relativi al suo domicilio, alla sede dell’ente e all’assistente ecclesiastico ; inoltre ha l’obbligo di comunicare alla segreteria il recapito postale nel caso in cui sia  diverso dalla sede.
Il Consiglio Direttivo al fine di dare maggiore visibilità al proprio ruolo , avrà cura di provvedere ad un vestiario di rappresentanza da indossare nelle manifestazioni ecclesiali.
La Confederazione Diocesana verserà annualmente i contributi dovuti dai confederati alla Confederazione Nazionale ed al Coordinamento Regionale .
Le Confraternite sono tenute a presenziare alla Concelebrazione Eucaristica in occasione del Cristo Re.


 

                                     approvato dall’Assemblea  della Confederazione  delle Confraternite
                                                    della Diocesi di Catania del 7 Maggio 2003

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Privacy.